Gli hashtag Instagram più efficaci per il tuo business

Gli hashtag Instagram più efficaci per il tuo business

Gli hashtag instagram più efficaci per il tuo business

Da “aggregatore tematico” a hashtag per il business

Ah, gli hashtag! Gli hashtag per il tuo business sono come il buon vino: un solo componente, eppure sorprendentemente complicato da creare, gestire, servire.

L’uso di quel # in tutti i social è comune, soprattutto su Instagram. Non c’è persona con un profilo Instagram che non ne faccia uso a piene mani. Del resto, è così semplice!
Basta scrivere # e aggiungere ”unaqualunqueparolaoparole”…. ma ti raccomandiamo, senza spazi o trattini! Ma a cosa servono? E perché gli hashtag per il business possono dare una grande mano alla tua azienda?

Cosa è un hashtag

Un hashtag è il risultato di due parole: hash che significa cancelletto e tag, che significa etichetta.

Praticamente, è un segno grafico (#) che crea un sommario di argomenti o, come lo ha definito il suo inventore, Chris Messina, un vero e aggregatore tematico.

L’hashtag inizia su Twitter, ma si è espanso velocemente tra gli altri social: Facebook, Instagram e Linkedin in particolare.

Come gli hashtag ti possono aiutare nel tuo business?

Gli hashtag correttamente utilizzati nei tuoi profili social aziendali ti aiutano ad arrivare alle persone che effettivamente cercano quello che tu proponi.

Un esempio: potresti avere un profilo aziendale social particolarmente seguito per molti motivi: le foto, le condivisioni che fai, le stories che pubblichi, i video…
Quindi, tanti follower… ma quante di queste persone sono davvero interessate al tuo settore, o (ancor meglio) stanno cercando quello che tu proponi?
Del resto, gli esperti di social media management ti diranno che sui social si fa brand, non si vende!

Ma è proprio così? In realtà l’hashtag è un valido strumento per avere lead.

Se hai già sentito parlare di sales funnel applicato ai social marketing, è un concetto che ti sarà già familiare: le persone che ti seguono, i profili che ti mettono il ”mi piace” su Facebook o su Instagram o il ”consiglia” in Linkedin sono la parte alta del funnel…sono persone che ti aiutano a crearti credibilità e a espandere la tua presenza nei social.

Purtroppo, queste persone potrebbero anche non avere un reale interesse nel prodotto o nel servizio che tu offri sul mercato.

Ecco, creare, utilizzare e promuovere un hashtag specifico per il tuo business, per la tua azienda, o per il tuo prodotto, ti permette di ”catturare” le persone che stanno cercando nei social una risposta specifica a un problema che hanno.

Creare un hashtag per il business oppure utilizzarne uno già in uso?

Quando scegli un hashtag per il tuo business sono due le strade che puoi percorrere:

  • Creare uno o più hashtag specifichi per la tua azienda, o per il prodotto che stai promuovendo;
  • Utilizzare uno o più hashtag già utilizzati.

Entrambe le due opzioni hanno pro e contro.

I vantaggi di un hashtag specifico

  • Crea brand nei confronti della tua azienda.
  • L’hashtag sarà solo “tuo”.

I contro di un hashtag specifico

  • Difficoltà a “imporre ” sul social il tuo hashtag, soprattutto se non hai un brand forte.
  • Trasformare un hashtag per il business in un vero e proprio collettore di lead richiede tempo e investimenti.

I vantaggi di un hashtag per il business già esistente

  • È già pronto! Non devi utilizzare tempo e energia per farlo diventare “famoso”;
  • Ha già un bacino di possibili lead da veicolare al tuo profilo aziendale.

I contro di un hashtag per il business già esistente

  • Utilizzo non esclusivo;
  • Scelta difficoltosa del giusto hashtag.

Cosa scegliere?
Semplice! Utilizzerai sia hashtag creati appositamente per il tuo brand, i tuoi prodotti, i tuoi servizi sia hashtag già esistenti.

Come scegliere gli hashtag più efficaci per il tuo business

Quando ti devi muovere tra le centinaia di migliaia di hashtag, potrebbe venirti il mal di testa!
Ecco come fare per scegliere il giusto hashtag per il business che proponi.

Prima di tutto: controlla su Google!

Chi è attivo sui vari social utilizza anche molto Internet. Analizza quindi il tuo Search Consolle e lo strumento Google Trend per capire quali sono le query che più rispondono alla descrizione del tuo business. Ad esempio, se gestisci un e-commerce di scarpe, potresti scoprire che il tuo business è ben rappresentato dalla parola chiave ”scarpe estive per ragazza Albano”.

A questo punto avrai un elenco di parole chiave che ti serviranno per fare un confronto con gli hashtag che troverai.

Trova almeno 5 hashtag interessanti

Ora vai suoi tuoi social e, lista alla mano, trova quali sono i 5 hashtag che interessano ai i tuoi potenziali clienti.
Un consiglio: cerca solo hashtag che (in italiano) hanno un numero di post tra i 50.000 e i 200.000.
Sotto i 50.000 post, probabilmente non avrai abbastanza utenti. Sopra i 200.000, potrebbe essere un hashtag molto diffuso ma, appunto, per questo anche molto dispersivo e, alla fine, inutile.

Espandi la tua lista

A questo punto avrai trovato i tuoi hashtag principali. Per espandere la tua lista puoi utilizzare uno dei tanti tool gratuiti che Internet ci mette a disposizione. Ecco che avrai un elenco di hashtag per il business che vuoi espandere.

Quanti hashtag utilizzare per rendere efficace il tuo post su Instagram?

In linea di massima, ogni social ha un limite. Ad esempio, Instagram richiede un massimo di 30 hashtag.
All’inizio, la tentazione di mettere 30 hashtag sotto ogni post è grande. Ma è una strategia efficiente? Ti porta più clienti?
Secondo le ultime statistiche, risultano più efficienti i post con massimo 10-11 hashtag.
Quindi, utilizza al meglio l’elenco degli hashtag che ti sei creato!